Tipi di sensore di umidità

Sensori di umidità misurano la quantità di vapore acqueo nell'atmosfera. Ci sono tre modi per misurare l'umidità.

Umidità assoluta è la percentuale di vapore acqueo per volume di aria.

Il punto di rugiada è la temperatura a cui l'acqua vapore condensa in liquido, data la pressione dell'aria e umidità. (Il più antico tipo di strumento utilizzato un specchio raffreddato per misurare quando condensata).

Umidità relativa confronta il contenuto di umidità nell'aria con l'umidità saturo alla stessa temperatura e pressione. In più vecchi dispositivi di misurazione, un capello umano collegata ad un quadrante ampliato e contratta con l'umidità relativa. Questi dispositivi sono stati calibrati per un'atmosfera secca.

Oggi, i sensori di umidità lavorano un po ' in modo diverso, in quanto misurano la differenza di conducibilità elettrica o di temperatura tra aria secca e umida.

Sensori capacitivi

Sensori che misurano umidità comprendono una sottile pellicola di ossido di metallo o polimero, depositato su un vetro o ceramica substrato tra due elettrodi. L'umidità relativa è proporzionale alle variazioni di capacità di questo film, misurata come la costante dielettrica.

Questi sensori possono anche calcolare il punto di rugiada. In genere prendono tra 30 e 60 secondi per produrre una misura e operare a temperature fino a 392 gradi Fahrenheit.

Oggi, gli stessi metodi utilizzati nella produzione di semiconduttori sono utilizzati per la produzione di sensori capacitivi.

Sensori magnetoresistivi

Quando una sostanza si bagna, cambia la sua resistenza elettrica. Questo è il concetto dietro sensori di umidità resistivo, che misurano la variazione di impedenza di un mezzo specifico---ad esempio un polimero conduttivo o sale---in risposta a cambiamenti nell'umidità.

Sensori resistivi comprendono metalli nobili (oro, argento, platino o palladio) avvolto attorno ad un tubo di plastica o ceramica, o depositato su un substrato utilizzando fotoresistenza. I sensori rispondono in 10-30 secondi e possono operare a temperature fino a 212 gradi Fahrenheit. Lo svantaggio principale di sensori resistivi è che prendono del tempo per recuperare quando si bagnano.

Sensori di conducibilità termica

Sensori di conducibilità termica si basano sul fatto che una miscela asciutta di gas conduce il calore in modo più efficiente rispetto al gas che è saturo di vapore acqueo. Questi sensori misurano la differenza di calore irradiato tra una resistenza che è esposto all'atmosfera e uno che è incapsulato in un ambiente controllato.

Questo tipo di sensore reagisce rapidamente e funziona a temperature molto più elevate rispetto ad altri tipi di sensori (cioè, fino a 575 gradi Fahrenheit).


POTREBBE PIACERTI ANCHE