Tipi di microscopi & loro usi

Tipi di microscopi & loro usi

Un microscopio è un dispositivo che fornisce una visione delle cose oltre la capacità di vedere ad occhio nudo. Oggi, sono disponibili diversi tipi di microscopi ciascuno impiegando diverse tecnologie per ingrandire una varietà di esemplari. Microscopi hanno una vasta gamma di usi e sono uno strumento comune per l'esecuzione di una gamma di ricerca in applicazioni scientifiche, cliniche e industriali.

Microscopio ottico

Il microscopio ottico utilizza la luce visibile e una serie di lenti per ingrandire un oggetto. Il microscopio è costituito da una base con una sorgente di luce, un braccio verticale che contiene una fase in cui si trovano oggetti di ingrandire e il gruppo di obiettivo, che esegue l'ingrandimento effettivo.

Microscopi ottici sono utilizzati per studiare la struttura e la funzione di una vasta gamma di oggetti, tra cui campioni biologici, che possono essere visualizzati a livello cellulare. Gli esemplari geologici, archeologici e chimici anche possono essere studiati. Microscopi ottici utilizzati anche negli studi forensi per determinare le caratteristiche di un oggetto. Microscopi ottici hanno anche applicazioni mediche, ad esempio esaminando un campione di sangue per infezione batterica o una biopsia per segni di cancro.

Microscopio a scansione Laser confocale

Il microscopio confocale utilizzare un laser come una fonte di luce. Il raggio laser scansiona la superficie di un oggetto opaco o diverse profondità in un oggetto trasparente. La riflessione è raccolto da un sensore ottico e trasmessi a un computer, che costruisce un'immagine tridimensionale.

Microscopi confocali sono frequentemente utilizzati in biologia per studi tissutali e cellulari, tra cui cella anatomia e fisiologia e ricerca del DNA. Può essere utilizzati anche in ambienti industriali per esaminare una vasta gamma di materiali, come semiconduttori, carta, prodotti alimentari e polimeri. Medicamente, il microscopio confocale viene utilizzato per valutare malattie dell'occhio, particolarmente quelle della cornea.

Microscopi elettronici

Un microscopio elettronico bombarda un oggetto con gli elettroni, quindi misure di riflessione. Utilizzando un computer, queste informazioni quindi sono ricostruite digitalmente come un'immagine. L'immagine prodotta è estremamente dettagliato con un ingrandimento molto elevato. Microscopi elettronici a scansione esaminare solo la superficie degli oggetti, mentre microscopi elettronici della trasmissione passano elettroni attraverso gli oggetti. L'ultima innovazione è il microscopio a effetto tunnel, che vede gli oggetti a livello sub-atomico.

Nelle scienze della vita, microscopi elettronici sono utilizzati per studiare campioni cellulari e strutturali. Sono utilizzati anche per studi tossicologici, patologici e farmacologici. Applicazioni industriali includono la fabbricazione di semiconduttori, ricerca chimica, forensics, studi metallurgici e applicazioni di imaging ad alta risoluzione.

Microscopi a sonda di scansione

Microscopi a scansione sonda creano immagini di un oggetto utilizzando una sonda che in realtà tocca l'oggetto ingrandita. L'interazione tra la sonda e l'oggetto viene quindi misurata. Le informazioni quindi sono riprodotto digitalmente. Esistono diversi tipi di microscopi a sonda, ognuno con una tecnica diversa per rilevare e manipolare sonda movimento e la posizione.

Microscopi a scansione sonda sono impiegati per studiare le strutture biologiche quali cellule e proteine. Può essere utilizzati anche in applicazioni industriali e di ricerca per produrre immagini 3D topologici e per misurare la durezza, elasticità, adesione, conducibilità termica e altre proprietà dei materiali. Nel campo delle nanotecnologie, essi sono comunemente utilizzati per osservare e manipolare superfici e nanostrutture.


POTREBBE PIACERTI ANCHE