Tipi di conflitto in Pedro Páramo

"Pedro Paramo" è un romanzo di influente realista magico messicano Juan Rulfo. Il romanzo segue il viaggio di Juan Preciado alla città fantasma di Comala in cerca del padre che non ha mai conosciuto. "Pedro Paramo" è un romanzo sperimentale costruito su parecchi conflitti ad incastri, alcune delle quali sono tematici, mentre altri sono conflitti di interesse.

Vita e morte

Il conflitto centrale in "Pedro Paramo" è tra la vita e la morte. Quando Preciado arriva a Comala in cerca di suo padre, Paramo, scopre che Comala è letteralmente una città fantasma..--tutti, incluso suo padre, è morta da tempo. Tuttavia, la struttura sperimentale del romanzo molti degli eventi lascia ambiguo perché nessuna chiara distinzione tra attualità e i ricordi dei fantasmi che infestano la città. Non è ancora chiaro se Preciado stesso è davvero vivo, e altri personaggi come Abundio Martínez ed Eduviges Dyada non sono chiaramente definiti come essendo vivo o morto. Questo crea un senso di tensione tra vita e morte in tutta l'intero romanzo.

Realtà e fantasia

Realismo magico, come un movimento letterario, ha reso un punto di sfumando i confini tra realtà e fantasia. Questa dicotomia è creata in "Pedro Paramo" non solo attraverso la mancanza di distinzione tra vita e morte, ma anche raccontando la storia in sé fuori di ordine logico. La sequenza temporale degli eventi in "Pedro Paramo" è poco chiara, e in alcuni casi ciò che si suppone di avere successo è inoltre poco chiaro. A differenza di letteratura fantasy di genere, che è fantastico in modo esplicito, o realismo, che non contiene alcun elemento fantastico, romanzi realista magico come "Pedro Paramo" stabiliscono un conflitto tra realtà e fantasia.

Pedro Paramo e il mondo

Come Preciado impara la storia di suo padre, scopre che suo padre era una persona ostile e combattiva. Nel corso della sua vita, Paramo era in conflitto con praticamente tutti intorno a lui. Egli possedeva gran parte Comala, e ha usato il suo potere di opprimere, sfruttare e opprimere gli altri. Paramo era anche un donnaiolo cronico e Preciado è solo uno dei suoi molti figli. Quando qualcuno ha cercato di tenergli testa, Paramo avrebbe trovato un modo per trasformare la legge contro quella persona. Paramo era essenzialmente in conflitto con il mondo intero, tra cui anche il prete della città. Questo conflitto tra proprietario terriero e sacerdote cattolico di parallels un altro conflitto citato nel romanzo - la guerra dei Cristeros.

La guerra dei Cristeros

In "Pedro Paramo," la causa diretta di abbandono finale di Comala è la guerra Cristeros. Questa è stata una guerra civile che ha preso circa 250.000 vite in Messico tra il 1926 e il 1929. La guerra fu combattuta tra i sostenitori della Chiesa cattolica e il governo messicano, che stava cercando di spezzare il potere della Chiesa sulla vita secolare messicana. Questo estremamente sanguinoso conflitto è descritto come avendo svuotato la città di Comala, rendendola una città fantasma.


POTREBBE PIACERTI ANCHE