Sviluppo morale nella prima infanzia

Molte teorie di sviluppo della prima infanzia concentrano sugli elementi cognitivi e comportamentali che influenzano la crescita morale nei bambini. Alcune teorie, però, considerano i fattori sociali ed emotivi che contribuiscono verso i bambini, lo sviluppo di arbitrio morale, tra cui la capacità di autocontrollo e impegno sociale.

Pratiche accettate

Sigmund Freud ha proposto che, durante la prima infanzia, i bambini adottano le stesse pratiche morale come loro genitore dello stesso sesso. Quindi, ha discusso, bambini tentano di osservare queste pratiche e provano sentimenti di colpa..--o ostilità rivolta verso l'interno..--quando non lo fanno.

Fissa gli standard

Jean Piaget ha concluso che durante i primi anni dell'infanzia, i bambini vedono le regole e la giustizia come proprietà fisse o permanente del mondo. Bambini, pertanto, prevedere la punizione a seguire inevitabilmente quando si rompe una regola.

Ricompense esterne

Allo stesso modo, Lawrence Kohlberg teorizzato che i bambini non hanno interiorizzato i valori morali, ma invece che ragionano moralmente sulla base comprese punizioni e ricompense per il comportamento. Kohlberg ha concluso che, in questa fase, i bambini obbediscono perché essi sono stati autorizzati a farlo.

Comportamento prosociale

Moralità si sviluppa nella prima infanzia, William Damon proposto, attraverso l'incoraggiamento del comportamento prosociale da entrambi i coetanei e i genitori. Sentimenti di empatia e di incoraggiamento da parte di altri, ha concluso Damon, forma lo sviluppo morale della prima infanzia.

Empatia globale

Martin Hoffman similarmente teorizzato che i bambini hanno un'innato "empatia globale" che supporta lo sviluppo morale. Attraverso questa empatia innata, Hoffman conteso, i bambini imparano a considerare quello che potrebbero essere i sentimenti degli altri e come le loro azioni possono influenzare quelle sensazioni.


POTREBBE PIACERTI ANCHE