Sviluppo del linguaggio pragmatico

Sviluppo del linguaggio pragmatico

Lo sviluppo del linguaggio pragmatico è lo sviluppo della capacità di utilizzare il contesto per costruire il significato l'oratore intende comunicare. In situazioni sociali abbiamo spesso si basano sul contesto per capire che cosa significava l'altoparlante. Ad esempio, quando qualcuno a un tavolo cena sentiamo dire "Ho bisogno del sale", si basano sul contesto per costruire il significato "Passami il sale". Bambini di età inferiore a 2 non hanno normalmente la capacità di capire il linguaggio non-letterale utilizzano. Queste abilità di apprendimento sono parte dello sviluppo del linguaggio normale.

Lingua pragmatico

Pragmatico lingua include indicali lingua, lingua dimostrativo e lingua non-letterale. Indicali lingua seleziona gli articoli differenti in situazioni differenti di discorso senza accompagnare i gesti. "Io" sceglie John quando John utters esso e Maria quando Mary utters esso. Lingua dimostrativo è usata insieme con un gesto di scegliere oggetti. "Che" si riferisce a una palla quando utilizzato in combinazione con un gesto verso una palla, ma si riferisce ad una tazza quando viene utilizzato con un gesto verso una tazza. Lingua non-letterale è che letteralmente significa una cosa ma comunica qualcosa d'altro, come metafore, sarcasmo e indirette richieste per azione.

Ipotesi di egocentrismo di Piaget

Secondo ipotesi di egocentrismo di Piaget, bambini piccoli che in un modo egocentrico. Credono che sono il centro dell'universo e non riuscire ad adottare i punti di vista altrui. Come facciamo affidamento sulla nostra capacità di adottare il punto di vista degli altri quando usiamo e interpretare il linguaggio pragmatico, egocentrismo influisce sulla capacità dei bambini di comunicare in modi più sofisticati.

Prova empirica per l'ipotesi

Numerosi studi empirici confermano ipotesi egocentrismo di Piaget. I bambini normalmente iniziano ad usare i pronomi personali e dimostrativi con competenza all'età di 2, e all'età di 3 anni possono normalmente utilizzare e capire la lingua non-letterale. I bambini di età inferiore a 2 non hanno le competenze per spostare il loro punto di vista. Essi pertanto non può determinare con precisione cosa riferiscono pronomi. Ad esempio, ignorano che "è stanca" e "Sono stanco" possiamo esprimere lo stesso significato a seconda di chi emette la sentenza. Per compensare, essi tendono a scegliere il proprio punto di vista o evitare del tutto i pronomi.

Complicato l'uso della lingua Non-letterale

Bambini fino a 2 hanno problemi con tutti i tipi di non-letterale lingua utilizzano. Se mamma dice ad Amy, che è un normale 18 mese-vecchi, "Amy, ho bisogno di una tazza," Amy non normalmente avrà la capacità di ragionare che mamma è chiedendole di portare lei la tazza. Se la mamma vuole Amy ad agire, ha bisogno di essere più diretto, come in "Amy, dare mamma tua tazza." Anche i figli hanno problemi di comprensione più complicate forme di uso della lingua non-letterale. Ad esempio, 8-year-olds hanno la capacità di capire il sarcasmo sulla base di intonazione, ma in assenza di un'intonazione sarcastica, non possono utilizzare normalmente anche gli indizi contestuali più ovvi per capire che cosa significava l'altoparlante.

Pragmatica del linguaggio

I bambini con autismo hanno difficoltà con gli usi pragmatici del linguaggio, ad esempio l'interpretazione di metafore e indirette richieste di azione. Questo tipo di danno è una delle caratteristiche chiave diagnostiche di autismo. A differenza di altri bambini, i bambini autistici non si sviluppano completamente le competenze necessarie per interpretare ciò che il mondo è come dal punto di vista di altre persone. Come comunicazione sociale si basa su esattamente questi tipi di abilità, i bambini autistici hanno una limitata capacità di comunicare in situazioni sociali.


POTREBBE PIACERTI ANCHE