Storia di Celestron SP-C8

Celestron, una società con sede nel sud della California, prodotto il suo primo telescopio nel 1960. Da allora, l'azienda ha offerto una vasta gamma di dispositivi ottici per applicazioni professionali e hobby nei campi dell'astronomia, sport, scienza e istruzione. Tra queste offerte, la SP-C8 telescopio, un ambito high-end fatto per l'osservazione del cielo profondo e astrofotografia, guadagnato la protuberanza negli anni 1980 e 1990.

Predecessori

Celestron fondatore Tom Johnson costruì telescopi prime della società utilizzando il modello di Schmidt-Cassegrain, che si basa su piatti di correttore di Schmidt con riflettori Cassegrain. Anche se inizialmente limitata ai telescopi di costo proibitivo, professionale, Johnson e la sua compagnia ha cominciato ad offrire più conveniente Schmidt-Cassegrain ambiti nel 1970, cominciando con l'introduzione della Celestron C8. Il C8 ha continuato a diventare uno dei più lunghi continuamente prodotto telescopi nella storia. Nel primi anni 1980, Celestron ha introdotto il C8 Super, il primo ramo di C8, che ha portato allo sviluppo di future variazioni sulla piattaforma C8, come ad esempio la SP-C8.

Durata della vita

Nel 1984, Celestron rilasciato il telescopio Super Polaris C8, o SP-C8. Mentre i suoi predecessori erano Cuneo e forcella montato, questo modello era notevole come primo telescopio C8 equatoriale montato di Celestron. L'azienda posizionata il Super Polaris come un ambito di fascia alta con un prezzo di $1.400. La Celestron SP-C8 rimase in produzione fino al 1990. Questo modello e altri Celestron ambiti ha visto un boom delle vendite alimentato dalla frenesia della cometa di Halley che era nelle notizie fino a circa 1990. Anche se gli appassionati in genere hanno alta considerazione per questo ambito, tendono a diffidare di SP-C8 e altri ambiti prodotte tra il 1985 e il 1990 a causa di problemi di qualità dovuti gli ambiti frettolosamente in fase di assemblaggio.

Variazioni

Celestron introdotto numerose varianti per la Super Polaris C8. I primi modelli in primo piano grandi anelli per il fissaggio del tubo alla testa equatoriale; modelli successivi montato il tubo su un bar montato su una connessione scorrevole sulla testa. Tardi nella storia della produzione dell'ambito, Celestron introdotto un computer compatibile con SP-C8 che potrebbe guidare l'utente a 450 oggetti selezionati sulla base di dati di data, ora, latitudine e longitudine. Mentre la maggior parte degli ambiti SP-C8 arrivò in nero, arancione caratteristico di alcune varianti sfoggiava Celestron finitura.

Successori

Celestron continuò la linea C8 dopo SP-C8 con modelli come l'alimentazione CC Powerstar C8 e il suo primo ambito controllati dal computer, l'Ultima 2000, che è stato introdotto nel tardo 1990. La linea NexStar è stato introdotto nel 2003, con gli ambiti computerizzati con monobraccio, forcellone primi. A partire da marzo 2012, il C8 vive in forma di S il C8, C8-SGT e C8-SGT XLT compact telescopi computerizzati.


POTREBBE PIACERTI ANCHE