Storia del tedeschi violini

Il violino come lo conosciamo oggi è stato reso in Italia intorno al 1520. Il mestiere non ha raggiunto la Germania fino a metà del 1600. Tuttavia, da allora ci sono stati diversi liutai tedeschi (liutai) che hanno raggiunto quasi come molta fama e molto più successo come artigiani italiani. Infatti, gli immigranti tedeschi ha fatto molto per influenzare il mestiere in Italia.

Storia remota

Luthiere tedesco, il mestiere di fabbricare e riparare stringed gli strumenti, ha origini ben prima che il violino è emerso anche come uno strumento distinto. C'erano vaste corporazioni creati per proteggere l'arte e formare nuovi operai. La città di Fussen era particolarmente noto per sua liuteria sperimentale.

Jacob Steiner

Il primo liutaio tedesco ben noto era un uomo di nome Jacob Steiner. Nato nel 1621, fu molto probabilmente allenato da qualcuno della famiglia Amati degli artigiani. Questa idea è suggerita dal fatto che la vernice che si utilizza è molto simile alla vernice violino Amati.

Matthias Klotz

Matthias Klotz, Nato nel 1656, fondato il famoso centro di liuteria a Mittenwald, Germania. Influenzato dal lavoro di Steiner, ha realizzato violini scuri, dai colori caldi. Il suo lavoro fu continuato dai suoi discendenti e Mittenwald è stato reso famoso dal suo nome.

Leopold Widhalm

Leopold Widhalm è stato chiamato il liutaio di maggior talento del suo tempo. Nato in Austria, ha lavorato su vecchi liuti per diversi anni prima di trasferirsi a Norimberga, Germania. Nel 1745, iniziò a lavorare presso un negozio di strumento gestito da Barbara Schelle. Presto sposò Barbara, e i due creato il negozio tedesco violino più rispettato. Dopo la morte della coppia, i loro figli e nipoti proseguì l'attività.

Violino tedesco rendendo oggi

Violino tedesco fare oggi si è evoluta molto poco dai suoi inizi. La qualità è ancora una priorità assoluta e la Gilda è appena così rigorosa nel suo regolamento del mestiere. Violini da Mittenwald, Markneukirchen e Norimberga sono venduti come gli strumenti fini nei negozi il mondo. Anche se molti pensano dei maestri italiani quando pensano di liuteria, se avrebbero cercato ma un po' più lontano, avrebbero trovato la forte influenza di Germania nel mestiere.


POTREBBE PIACERTI ANCHE