Scopo di tamburi africani

Scopo di tamburi africani

I tamburi sono strumenti a percussione ascoltati tramite l'azione di essere picchiati o scosso da mani o bastoni. Tamburi africani hanno varie applicazioni e funzioni, e il loro uso non è limitato a 54 paesi del continente. Batteria hanno viaggiato con cultura africana nel mondo.

Storia

Le origini di tamburi africani sono sfumate, ma alcuni rapporti far luce. Stati di James lame in "Strumenti a percussione e their History" che "estratti da libri portoghese di 400 anni fa si riferiscono alla esistenza e l'importanza del tamburo in Sud Africa". Patricia Telesco e Don due aquile Waterhawk sostengono in "Sacra battere: dal cuore di the Drum Circle" che le ragazze egiziane ballavano con batteria a lodare i dèi, mentre il Wahinda in Africa orientale ha ritenuto un desiderio di morte per un uomo a guardare un tamburo.

Tipi

Tamburi africani sono disponibili in molte varietà. Secondo il Grove Music Online, "timpani [noto anche come Angela], più spesso di legno e con cucita o ancorato teste, sono diffusi in Africa, dove spesso che hanno servito come emblemi del potere." La ganga, o doppio-testa cilindrica rullante dell'Africa occidentale e settentrionale, ha molti usi. Appartiene ad un insieme per i musicisti di Corte nelle società altamente stratificata mentre pricipalmente è usato per accompagnare il canto e la danza in altri. Grove Music Online afferma inoltre che "dumbek sono usati in molte parti dell'Africa... come royal o cerimoniali strumenti."

Funzione artistica

Mentre tamburi sono creati per essere giocato, molti tamburi africani sono ora conservati nei musei dove il loro scopo è di essere ammirato, piuttosto che usato. Un tamburo Ntan ospitato nel Museo Nazionale di arte africana è stato usato dal popolo Ashanti del Ghana in bande quando hanno "suonato in occasioni come denominazione cerimonie, matrimoni, funerali e feste tradizionali..--qualsiasi evento dove era necessario intrattenimento," secondo il sito del Museo.

Musica contemporanea

Musica africana contemporanea come highlife, principalmente dal Ghana e Nigeria, "rappresenta una delle fusioni prime del secolo di radici africane e la musica occidentale," secondo il National Geographic online. Una recensione di Amazon.com di "Ohene Kesee a Ebin," un album di Asante, un innovatore della musica highlife, afferma che egli "magistralmente incorpora tradizionali tamburi africani (frontomfrom, atumpan, apentema, kpanlogo, sogo, kidi) insieme a congas, caviglia campane, chimes, agitatori, piatti e percussioni assortite in sua massiccia installazione."

Significato

Revisore di musica Jason Kahn, sul sito Web dell'Università del Vermont, afferma che con il vasto numero di lingue e culture in Africa, "poco può essere detto generalizzare la scena musicale. Una cosa è di sicuro quando si parla di Africa, la musica è il 'legame etnico' dell'intero paese." Considerando i molti fusti che esistono in Africa e lo spazio che occupano in mostre dedicate alla presentazione di cultura africana, tamburi africani esistono, soprattutto nella civiltà occidentale, come un gateway per gli aspetti di comprensione della cultura africana.


POTREBBE PIACERTI ANCHE