Quali sono le cause di rischio della specie?

Una specie in pericolo è un vegetale, animale o insetto che è a rischio di estinzione. La terra è piena di una biodiversità di flora e fauna che giocano un ruolo nell'equilibrio dell'ecosistema. Nel corso dei secoli, molte specie si sono estinte. Attraverso gli sforzi di conservazione moderni, specie minacciate di estinzione possono sopravvivere ed evitare il destino di estinzione, anche se è importante capire quali sono le cause specie diventano pericolo di estinzione in primo luogo.

Perdita di Habitat

Ci sono molti fattori che causano la specie a diventare in via di estinzione, ma una delle cause più ampiamente interessate è la distruzione dell'habitat. Una popolazione in continua espansione umana comporta anche un crescente bisogno di risorse naturali e habitat. Come esseri umani continuano a muoversi in aree come la pioggia foreste che sono casa per molte diverse specie vegetali e animali, l'habitat naturale di queste specie diventano alterati. Attività come registrazione e agricoltura hanno notevolmente diminuito la popolazione di alcune specie. Animali di grandi dimensioni possono richiedere vasto ettari di terreno a prosperare e come tale habitat diventa limitato la specie soffre di aree ristrette e fonti di cibo limitate.

Lo sfruttamento eccessivo e dalla caccia illegale

Lo sfruttamento eccessivo di una specie può causare grave rischio e possibile estinzione. Caccia alla balena che ha preso posto nell'ultimo secolo è un esempio di sfruttamento eccessivo, provocando un grave declino che ha portato diverse specie di balene sull'orlo dell'estinzione. Specie come tigri sono state uccise per alcune parti del corpo che sono stati usati come afrodisiaci e per scopi medicinali. Gli elefanti inoltre sono stati sfruttati per le loro zanne d'Avorio. Alcuni animali sono cacciati e ucciso dagli agricoltori e gli altri perché essi rappresentano sia una minaccia reale o possibile per bestiame o esseri umani. Molti altri animali come i primati sono sfruttati attraverso il commercio di animali esotico o utilizzati nella sperimentazione animale. Animali come Leopardi sono stati sfruttati anche per le loro pellicce.

Specie invasive o introdotti

Specie autoctone sono piante e animali che appartengono ad una determinata area geografica e ci sono stata per lungo tempo. Specie autoctone sono ben adattati per l'ambiente, come pure altre specie autoctone della zona. Le specie invasive sono specie che possono spostare nell'area a causa della perdita dell'habitat, fonti dell'alimento o altri fattori. Specie introdotte sono portati nell'area di dalle attività umane. Cani, gatti, bovini e ovini sono esempi di specie introdotte che possono influenzare l'ambiente e fonti di cibo di specie autoctone. In alcuni casi, l'introduzione di specie esterno non può provocare nessun problema ma in altri casi i loro effetti possono essere dannosi anche se non intenzionale. L'introduzione di altre specie possa causare un graduale declino in fonti di cibo che possono diminuire determinate specie autoctone. La specie recentemente introdotte possono portare anche malattia che viene trasmessa alla popolazione nativa.

Ulteriori fattori

Il cambiamento climatico può colpire anche le specie autoctone. Normalmente, i cambiamenti climatici si verificano gradualmente dando il tempo di specie diverse per adattarsi ai cambiamenti. Tuttavia quando si verificano eventi climatici abbastanza rapidamente le specie possono soccombere alle alterazioni. Corrente cambia in temperatura e lo scioglimento dei ghiacci in aree glaciali è esempi dei cambiamenti climatici che possono influenzare la specie come orsi polari. L'inquinamento è un altro fattore che può contribuire allo sviluppo delle specie più minacciate. L'inquinamento delle acque come le fuoriuscite di petrolio, introduzione di materiale tossico in acqua così come riduzione delle fonti di cibo ha avuto un effetto negativo su molte specie acquatiche.


POTREBBE PIACERTI ANCHE