Programma della cerimonia di matrimonio ebraico

Programma della cerimonia di matrimonio ebraico

Oltre alle preghiere, osservazioni e letture, una cerimonia di matrimonio ebraico è piena di rituali speciali. Ogni tradizione ha particolare simbolismo e significato per la coppia e la Congregazione si sono riuniti per testimoniare l'Unione. Il numero e il dettaglio dei rituali eseguiti durante la cerimonia sarà diverso a seconda la denominazione dell'ebraismo - ortodossa, conservatore o riforma - praticata dalla coppia.

La Huppah

Un "huppah", o un baldacchino nuziale, è uno degli elementi più riconoscibili di una cerimonia di matrimonio ebraico. La huppah è costituito da quattro pali con uno scialle di preghiera o altro pezzo di tessuto teso fra loro. Spesso la coppia utilizzerà un panno che ha un significato speciale, come un cimelio di famiglia, per costruire la huppah. La huppah simboleggia la casa della coppia e deve essere sufficientemente grande da coprire la sposa, sposo e rabbino. I lati della huppah vengono lasciati aperti per simboleggiare l'importanza della Comunità per la coppia.

Pre-cerimonia di

Prima dell'inizio di una cerimonia di nozze ebraica tradizionale, lo sposo può presentare una lezione sulla Torah della settimana di lettura per la sua famiglia maschio e gli amici. La lezione, o "tish," è destinato a essere divertente, sciocco e un modo per lo sposo per rilassarsi.

Appena prima dell'inizio della cerimonia, la coppia (o, in comunità ortodosse, proprio allo sposo) firmerà un "ketubah." Secondo Rabbi Devon A. Lerner, lo scopo originale del ketubah era per delineare i diritti e gli obblighi della sposa e dello sposo..--molto simile a un accordo prematrimoniale. Un moderno ketubah volontà probabile focus su impegno personale della coppia a vicenda e la coppia potrebbe inquadrare un ketubah decorativi da appendere come opera d'arte nella loro casa.

Durante la "b'deken", o il velo della sposa, lo sposo copre il viso della sposa. Il rituale è destinato a mostrare che lo sposo è più interessato alla bellezza interiore della sposa. Alcune spose possono anche mettere un yarmulke sulla testa dello sposo in questo momento.

Processioni e Recessionals

Durante una cerimonia di matrimonio ebraico, gli amici e la famiglia dello sposo sedersi sul lato sinistro del Santuario e gli amici e la famiglia della sposa sedersi sul lato destro del Santuario (con sinistra e destra determinata dalla rivolta verso la parte anteriore del Santuario). Come inizia il servizio, il rabbino entra per primo, seguito dai nonni della sposa, i nonni dello sposo, i testimoni dello sposo, l'uomo migliore, lo sposo con i suoi genitori, le damigelle d'onore, il portatore dell'anello e/o comunione e la sposa con i suoi genitori. L'ordine è invertito per il recessional alla fine della cerimonia, ma il groomsmen escort le damigelle d'onore la navata.

Benedizioni del matrimonio

Oltre le consuete preghiere recitate durante un servizio religioso ebreo, il rabbino o la famiglia e gli amici della sposa e dello sposo recitano uno speciale set di sette benedizioni, conosciuto come il "b'rachot di sheva", durante la cerimonia di nozze. Secondo il rabbino Lerner, le sette benedizioni apprezzamenti per vino (conosciuto come il "Kiddush"), la terra, l'umanità, la creazione dell'uomo e della donna ad immagine di Dio, il miracolo della nascita, portando la sposa e lo sposo insieme e la gioia della coppia e la speranza per un mondo pieno di gioia e i bambini. Le benedizioni sono normalmente recitate in ebraico e in inglese.

Scambio di voti e anelli

Secondo in theknot.com, una cerimonia di matrimonio ebraico tradizionale non è uno scambio di voti. Piuttosto, promesse tra la sposa e lo sposo sono capiti per essere una parte inespressa della cerimonia, e il voto di matrimonio è completo quando lo sposo mette un anello al dito della sposa e recita una preghiera: "Ecco, sono consacrati a me con questo anello, secondo le leggi di Moses e di Israele." Nelle cerimonie di matrimonio ebraico moderno, la sposa si ripeterà le stesse parole come lei pone un anello sul dito dello sposo.

Post-Cerimonia

Lo sposo calpesta su un bicchiere..--e la Congregazione grida "Mazel Tov!" -per contrassegnare la conclusione della cerimonia del matrimonio ebraico. Tradizionalmente, la rottura del vetro simboleggia la distruzione del Tempio di Gerusalemme. Secondo il rabbino Lerner, il vetro rotto simboleggia anche la fragilità dei rapporti umani, e l'atto di rottura del vetro porta una preghiera implicita che il matrimonio della coppia non deve mai rompersi. Subito dopo la cerimonia, la coppia di sposi può estraniarsi per un breve periodo di tempo, chiamato yichud, prima di unirsi a loro ospiti per celebrare l'Unione presso la reception.


POTREBBE PIACERTI ANCHE