Perché ti chiamano Bluetooth?

Bluetooth è denominato dopo il x secolo re danese Harald I, che regnò dal circa 958 D.C. a circa 985 A.D. Harald I era anche conosciuto per il suo soprannome, Harald Blatland o, in inglese, Harald Bluetooth a causa di una predilezione per i mirtilli, che suoi denti macchiati. Interessante, i successi di Harald sono registrata su pietre runiche, erette dal re alla memoria di suo padre e sua madre a Jelling, Danimarca.

Nome Bluetooth

D'importanza, Harald mi è accreditato con l'unificazione di Danimarca, Norvegia e Svezia durante il suo Regno. La tecnologia Bluetooth è cosiddetta perché unifica apparecchiature elettroniche, come computer e telefoni cellulari, in una rete a corto raggio senza fili in modo simile. Anche il logo di Bluetooth è costituito dai caratteri runici "H" e "B", che riflette origini scandinave della tecnologia. Infatti, l'azienda che ha inventato il Bluetooth, Ericsson, eretto un monumento alla memoria di Harald ho presso la propria sede a Lund, in Svezia, nel 1999.

Storia del Bluetooth

Bluetooth è stato originariamente inventato nel 1994, per consentire la comunicazione wireless tra vivavoce e telefoni cellulari o tra computer e periferiche, quali tastiere e mouse. Un gruppo di aziende con un interesse comune in Bluetooth formata il Bluetooth Special Interest Group (SIG) nel 1998, e la tecnologia ha continuato a maturare. La tecnologia Bluetooth è principalmente di sostituire i cavi, ma è anche utilizzata per creare connessioni non possibile con cavi fisici.

Come funziona il Bluetooth

Dispositivi abilitati Bluetooth contengono un piccolo chip di computer che trasmette i segnali radio frequenza sopra una gamma di circa 33 piedi. Utilizzando il software, il dispositivo può connettersi, o coppia con, fino a sette altri dispositivi abilitati Bluetooth raggio per formare una personal area network, o piconet. Bluetooth utilizza la banda di frequenza di 2,4 gigahertz (GHz) dello spettro radio e impiega una tecnologia nota come adattivo di frequency hopping (AFH) per ridurre la quantità di interferenze causate da altri dispositivi che condividono quella banda.

Sicurezza

Trasmissione dati per mezzo di onde radio, anche su brevi distanze, crea problemi di sicurezza. Se un dispositivo Bluetooth tenta di connettersi a un altro, si, l'utente deve esplicitamente permettere a farlo o includerla in un elenco di dispositivi affidabili, che può collegarsi con il permesso di farlo. Il National Institute of Standards and Technology (NIST) raccomanda dispositivi Bluetooth essere configurato come "non rilevabile"..--quindi sono effettivamente invisibile ad altri dispositivi..--a meno che non è esplicitamente richiesta la scoperta.


POTREBBE PIACERTI ANCHE