Micropropagazione di piante medicinali

Micropropagazione si riferisce al processo di clonazione mediante colture di tessuti. L'ambiente di crescita e cicli di luce sono più controllati in micropropagazione rispetto a altri processi di clonazione di massa. Questa tecnica è stato ampiamente utilizzata da produttori commerciali di piante ornamentali e agricoli; Inoltre, micropropagazione è diventato un metodo popolare per la sperimentazione in genetica vegetale, ricerca e la conservazione delle piante medicinali.

Preparazione

Per iniziare la micropropagazione di una pianta medicinale, devono essere prelevati campioni iniziali dell'organismo. I campioni devono essere lavati e sterilizzati accuratamente per evitare la contaminazione del espianti o germogli prelevati i campioni originali. Questi espianti sono pulite un altro tempo con soluzioni sterilizzanti, poi piantato in un terreno nutritivo. Tutta la preparazione dovrebbe accadere in un ambiente controllato sterile utilizzando recipienti e strumenti sterilizzati. Gli espianti producono radici o germogli che sono sviluppati in vitro, o in un ambiente controllato. Questi in vitro sviluppati germogli sono radicati in contenitori individuali e trapiantati in terreno.

Cultura

La cultura delle varie piante medicinali richiede soluzioni per ambienti, che a volte richiedono una personalizzazione per specifiche piante in crescita. Molte piante crescono in qualsiasi tipo di mezzo nutriente, ma i migliori risultati possono essere ottenuti imitando la composizione della sostanza nutriente tipico di un impianto base. Contenuti in recipienti individuali di mezzo nutritivo, ogni tiro è esposto a livelli ottimali di raggi ultravioletti mentre produce radici. Struttura radice sufficiente consente i cloni essere piantati nel terreno e acclimatati per ambienti non controllati prima che vengano trapiantati nei campi, venduti nei negozi o conservate per uso scientifico.

Storia

Micropropagazione è possibile a causa di scoperte innovative nel campo della scienza. Il concetto che ogni cellula vivente deve essere in grado di sviluppo indipendente, se fornito con adeguate condizioni, sviluppato decenni prima che gli scienziati hanno scoperto esattamente quali erano le condizioni adeguate. Tentativi di colture in vitro di tessuto data agli inizi del 1900; Tuttavia, la sperimentazione diffusa con micropropagazione non avvenne fino al 1970, quando divenne preziosa in applicazioni commerciali.

Vantaggi

Micropropagazione è una tecnica molto vantaggiosa per la conservazione e l'amplificazione di piante rare o minacciate con valore medicinale. Il controllo genotipi permette agli scienziati di produrre piante geneticamente modificate che possono essere resistenti alle malattie e siccità. Modificazione genetica può anche migliorare da frutto una pianta e causare piante officinali più adatte per lo scopo desiderato. Micropropagazione fornisce rapida, tutto l'anno la produzione di nuovi impianti da campioni di tessuto minimo. Questo rende la tecnica preferibile per la produzione e lo studio delle piante medicinali.


POTREBBE PIACERTI ANCHE