Malattie nei puledri nati nuovi

Malattie nei puledri nati nuovi

La maggior parte delle malattie che affliggono puledri appena nati sono causate da infezioni batteriche. I puledri non possono produrre anticorpi durante le prime due settimane di vita, basandosi sugli anticorpi nel colostro di cavalla, un liquido spesso, giallo che ingeriscono durante l'allattamento per protezione contro l'infezione. La diagnosi precoce di malattie di puledro è cruciale, come puledri con molte malattie neonatali non presentano sintomi evidenti fino a quando la malattia è diventata pericolosa.

Encefalite equina orientale

Encefalite equina orientale (EEE) è una malattia virale che si trasmette ai puledri attraverso le punture di zanzara. EEE epidemie si verificano più frequentemente nei pressi delle zone umide sulla costa orientale dell'America. EEE è quasi sempre fatale, infliggendo violente convulsioni puledri che iniziano entro 48-72 ore dopo l'inizio della malattia. La vaccinazione è l'unico metodo di prevenzione EEE e richiamo annuale dei vaccini sono necessari dopo la vaccinazione iniziale del puledro.

Setticemia di puledro

Puledro setticemia è più comunemente nota come malattia di puledro sonnolenta ed è causata da un'infezione batterica che può cominciare nell'utero o poco dopo la nascita. Puledri afflitti inizialmente appaiono sani e con il tempo che esibiscono i sintomi, sono in grave pericolo di morte. Puledri con setticemia puledro esibiscono prima debolezza e abbia difficoltà di professione d'infermiera. Come la malattia progredisce, la tachicardia e l'afflizione respiratoria impostata. Trattamento in genere comporta la somministrazione di fluidi IV, l'ossigenoterapia e la somministrazione di latte di cavalla attraverso un sondino.

Isoeritrolisi neonatale

Isoeritrolisi neonatale si verifica nei puledri altrimenti in buona saluti che diventano anemici dopo l'ingestione di colostro della madre. Gli anticorpi che il puledro acquisisce dalla cavalla reagire agli antigeni ereditati dal padre per causare l'insorgenza di isoeritrolisi. I sintomi iniziali sono debolezza e letargia, e mentre la malattia progredisce, la capacità di carico di ossigeno ridotto di sangue anemico del puledro crea afflizione respiratoria. Tachicardia, shock e convulsioni seguano, morte del puledro di precipitazione. Il trattamento comprende in genere la terapia anti-microbica e la somministrazione di ossigeno e fluidi IV.

Polmonite

La polmonite nei puledri è più spesso il risultato di infezioni batteriche o inalazione del latte materno. Polmonite virale è molto più rara di polmonite batterica ed è quasi sempre fatale. Ampio spettro antibiotico ed antinfiammatorio terapie sono il trattamento standard per i puledri afflitti con polmonite batterica. Gli anti-infiammatori riducono infiammazione polmonare del puledro e migliorano la respirazione, mentre gli antibiotici uccidono i batteri infettivi.

Artrite settica

L'artrite settica è solitamente causata da batteri passati attraverso il cordone ombelicale mentre il puledro nel grembo materno. È la più comune causa di zoppia nei puledri neonati, spesso erroneamente attribuita dal proprietario del puledro per avere stato calpestato dal mare. Puledri con l'artrite settica presentano articolazioni gonfie e febbre lieve. Un veterinario può diagnosticare la malattia da un campione di fluido estratta dal giunto gonfie e in genere vi prescriverà la terapia antibiotica e congiunta come trattamento.


POTREBBE PIACERTI ANCHE