Le conseguenze di biocarburante

Le conseguenze di biocarburante

I biocarburanti, o additivi per carburanti a base di piante come il mais, canna da zucchero, palme e fagioli di soia, sono parte dell'equazione di ridurre la dipendenza dai combustibili fossili del mondo e ridurre le emissioni di carbonio che causano il riscaldamento globale. Tuttavia, gli studi indicano che la produzione di biocarburanti hanno creato un nuovo set di problemi ambientali e possono produrre come biossido di carbonio molto, o forse di più, del petrolio e del carbone. I fautori dei biocarburanti riconoscono alcuni dei problemi ma credono sarà risolto come l'industria e sviluppano tecnologie.

Terra e acqua problemi

La coltivazione di piante per produrre biocarburanti prende un tributo significativo sulle risorse e l'ambiente. Mais, canna da zucchero, semi di soia e altre colture di biocarburanti richiedono enormi quantità di acqua che possono potenzialmente creare carenze idriche per le comunità rurali. Gli agricoltori usano pesticidi chimici sulle colture di biocarburanti che possono danneggiare gli habitat della fauna selvatica e danneggiare uccelli e insetti utili. Colture di carburante richiedono anche grandi quantità di fertilizzanti ricchi di azoto che drena in flussi che portano a oceani e laghi. Il fertilizzante provoca la proliferazione di alghe che può essere tossici per pesci e altri animali. Come alghe muore e si decompone, utilizza la maggior parte dell'ossigeno disponibile nell'acqua, creando una zona morta dove non può sopravvivere altre forme di vita.

Carburante vs cibo

Gli scienziati hanno avvertito che l'agricoltura shift da colture alimentari per colture di carburante è peggiorata già esistente carenza di cibo nel mondo. Anche nelle zone dove non c'è nessuna scarsità, l'enfasi su colture di biocarburanti ha causato un picco dei prezzi per cereali e prodotti alimentari a base di cereali.

Uso del suolo

Schiarimento di terra inutilizzata e aratura per piantare nuove colture di biocarburanti ha creato problemi. Agricoltori che fino a terreni agricoli inutilizzati scatenare carbonio seppellito nel terreno e rilasciano in atmosfera. Essi possono anche essere distruggendo habitat della fauna selvatica. In altre parti del mondo come Borneo, vaste aree di foresta pluviale sono state rase al suolo per crescere palme che producono olio per il biodiesel carburante. Non solo habitat vitale sono stati persi, gli agricoltori hanno bruciato paludi di torba per cancellare aree per piantagioni di Palma. Gli incendi hanno rilasciato enormi quantità di anidride carbonica nell'atmosfera.

Costi

I responsabili politici di energia hanno abbracciato i biocarburanti come un combustibile rinnovabile che taglierà le emissioni di carbonio e ridurre il riscaldamento globale. Ma gli studi hanno trovato la produzione e trasporto di biocarburanti, in particolare il carburante biodiesel fatto da fagioli di soia, in grado di generare fino a quattro volte la quantità di anidride carbonica rilasciata durante la produzione di biocarburanti tradizionali. Altri studi indicano rischi sanitari connessi con l'ammoniaca che evapora da grandi quantità di fertilizzante utilizzato sulle colture di carburante. Particelle di ammoniaca associate alla polvere sono dispersi da vento e possono causare una serie di problemi respiratori.


POTREBBE PIACERTI ANCHE