La storia dell'anemometro

Un anemometro è un dispositivo utilizzato per misurare la velocità del vento. Come con molte invenzioni scientifiche, è difficile individuare la prima persona per inventare un anemometro. A volte il primo inventore non produce il migliore strumento, e miglioramenti apportati dagli scienziati successivi significativamente migliorano precisione e facilità d'uso.

Anemometro meccanico

Accreditato di elaborare la meccanica prima anemometro è arte italiana architetto e matematico Leon Batista Alberti, nel 1450. Nel suo dispositivo, il vento ha spinto contro un disco e un'accompagnamento scala ha dato una forza relativa del vento come dimostra l'angolo di inclinazione del disco. Negli anni successivi, molti altri "re-inventato" questo dispositivo, tra cui inglese Robert Hoke e Wolfius (nel 1709).

Tazza anemometro

Un design più avanzato anemometro utilizzando quattro tazze fissati con raggi su un'asta centrale fu inventato da John Thomas Romney Robinson nel 1846. Robinson era il direttore dell'Osservatorio di Armagh in Irlanda. Con il suo design, tazze catturato il vento e filata intorno più veloce più forte la velocità del vento. Il numero di giri dell'asta rotante in un determinato periodo di tempo determina la velocità del vento, che è indicata su un quadrante collegato all'asta. Questo disegno di base è ancora in uso oggi in molte stazioni meteo nel mondo.

Leonardo da Vinci

Leonardo da Vinci preso anemometro disegno di Leon Batista e migliorato, intorno al 1485. Senza dubbio è stato motivato per studiare la velocità del vento a causa del suo fascino per volo. Piuttosto che usare una piastra, disegno di Leonardo da Vinci usato un pezzo rettangolare di legno penzoloni su un telaio ad arco, su cui è stata stampata una scala. Il vento è forte, più il legno ad arco della bilancia.

Tubo anemometro

Un bicchiere a forma di "U" è riempito con un liquido in questo tipo di anemometro. Un'estremità del tubo si trova orizzontale e affronta il vento. L'altra estremità è verticale. Come il vento entra l'estremità aperta orizzontale del tubo, provoca un aumento della pressione, e il vento che scorre sopra l'estremità aperta del tubo verticale causa poco o nessun cambiamento nella pressione. Velocità del vento è indicata della variazione di livello del liquido. L'anemometro di tubo era stato conosciuto prima, ma nel 1775 divenne noto dispositivo tubo di James. Nel 1892, anemometro di William Henry Dines, anche se diversi, era basato su questo disegno di tubo iniziale.

Tre tazze anemometri

La storia dell'anemometro

Disegno di Robinson usato 4 tazze, ma nel 1926, John Patterson, un canadese, ha sviluppato un anemometro 3-cup. Ulteriori miglioramenti sono state fatte da Brevoort e falegname (in America) nel 1935, che ha aumentato la precisione.

Mulino a vento anemometri

Disegni di tazza utilizzano un asse verticale di rotazione. Un anemometro "mulino a vento-stile" utilizza lame elica-come su un asse orizzontale. In questo modo lo strumento integrare una banderuola, in modo che entrambi velocità del vento e direzione può essere indicata da un unico dispositivo.

Nuove tecnologie

Oggi, più recenti disegni usano varie tecniche come ad esempio un sensore "filo caldo", ma la base "a palette rotante" digita, interfacciato con tecnologia digitale, è molto popolari, soprattutto nelle unità portatile, tenuto in mano.


POTREBBE PIACERTI ANCHE