La storia dei simboli di uguaglianza in matematica

La storia dei simboli di uguaglianza in matematica

Immaginate di provare a scrivere un'equazione matematica in parole. Per problemi di calcolo livello inferiore questo sarebbe abbastanza difficile, ma per più tempo algebra e problemi di calcolo, scrittura fuori un'equazione in parole potrebbe richiedere più pagine. Utilizzando simboli matematici consuma meno tempo e spazio. Inoltre, i simboli matematici sono internazionali, permettendo agli individui di condividere informazioni attraverso la simbologia che essi potrebbero non condividere in parole.

Segno di uguale

Prima il segno di uguale è entrato in uso popolare, l'uguaglianza è stata espressa in parole. Secondo Lankham, Natasha e Schilling al Università di California-Davis, il primo uso del segno di uguale (=) è venuto nel 1557. Robert Recorde, circa 1510 al 1558, fu il primo ad utilizzare il simbolo nella sua opera, "La Whetstone di Witte." Ricordo, un medico gallese e matematico, usato due linee parallele per rappresentare l'uguaglianza perché credeva che fossero le cose più uguale in esistenza.

Disuguaglianze

I segni di maggiore (>) e minore (<) sono stati introdotti nel 1631 in "Ad Artes Analyticae Praxis Aequationes Algebraicas Resolvendas". Il libro è stato il lavoro del matematico inglese Thomas Harriot ed è stato pubblicato 10 anni dopo la sua morte nel 1621. I simboli in realtà sono stati inventati dal curatore del libro. Harriot inizialmente utilizzato simboli triangolari che l'editor modificato per assomigliare il moderno minore/maggiore di simboli. È interessante notare che, Harriot utilizzato anche linee parallele per indicare l'uguaglianza. Tuttavia, segno di uguale di Harriot fu (II) verticale piuttosto che orizzontale (=).

Minore/maggiore di o uguale a

I simboli per minore/maggiore di o uguale a (< e >) con una riga di un segno di uguale di sotto di loro, in primo luogo sono stati utilizzati nel 1734 dal matematico francese, Pierre Bouguer. John Wallis, un matematico e logico britannico utilizzato simboli simili nel 1670. Wallis utilizzato il maggiore rispetto o meno di simboli con una singola linea orizzontale di sopra di loro.

Uguale per definizione

Ci sono diversi simboli usati nell'algebra per denotare "uguale per definizione." I simboli moderni sono (: =), (?) e (≡). Uguale per definizione in primo luogo comparso in "Logica Matematica" di Cesare Burali-Forti, un matematico italiano che visse dal 1861-1931. Burali-Forti effettivamente utilizzato il simbolo (= Def).

Non è uguale a

Il segno moderno per "non è uguale a" è un segno di uguale con una barra attraverso di esso. Questo simbolo è attribuito a Leonhard Euler, matematico svizzero che visse dal 1707 al 1783.


POTREBBE PIACERTI ANCHE