I supporti utilizzati nei dipinti di Diego Rivera

Diego Rivera è probabilmente il più famoso pittore/muralista messicano del XX secolo. Egli è più noto per suo oggetto e i suoi legami comunista/socialista. Tuttavia, egli era anche molto interessato a perfezionare le sue tecniche e sperimentato con i media che ha usato in pittura.

Media

Rivera ha sperimentato con una tecnica chiamata encausto. Questa tecnica utilizza cera (normalmente cera d'api), resina, più sottile e pigmento. È riscaldato per l'incollaggio.

Resine

Le resine che Rivera utilizzato originariamente erano limone resina o elemi, un materiale europeo che era costoso da ottenere in Messico. Si pensa che ha cambiato per copal, che era prontamente disponibile in Messico ed era meno costoso.

Dimensione più sottile

I diluenti che Rivera ha sperimentato con trementina ed essenza di lavanda. Olio di lavanda spike può lasciare un residuo, che possa ossidare e scolorire.

Metodo di applicazione

Torce di colpo vengono utilizzati per mantenere la vernice più fluido e per aiutarla a fondersi con la cera.

Storia dell'encausto

Encausto venne usata dai greci nel v secolo A.C. La parola deriva dalla parola greca "enkaustikos" che significa al calore o a bruciare. Hanno usato per i ritratti e pannelli, così come sulle navi, come la cera è impermeabile. Pittori greci portato le loro abilità in Egitto e utilizzato questa tecnica per dipingere ritratti su mummia di una persona (chiamato ritratti funebri Fayum).


POTREBBE PIACERTI ANCHE