Dieta per cani con pancreatite

La pancreatite è un'infiammazione del pancreas, causando problemi digestivi, vomito, febbre e dolore addominale, tra gli altri sintomi. Pancreatite può essere compensata da consumo di cibi grassi, la somministrazione di corticosteroidi, o il trauma al pancreas. Alcuni cani che soffrono o hanno sofferto di pancreatite possono essere necessario andare su una dieta speciale, mentre altri sono in grado di tornare alla loro dieta normale. Per cani che necessitano di gestione dieta, qui ci sono alcuni piani di dieta vale la pena considerare.

Durante e subito dopo un attacco

Quando il vostro cane è affetto da pancreatite, non sarà in grado di ingerire cibo. Saranno alimentati fluidi per via endovenosa o sottocutanea. Che consente al sistema digestivo cominciare a guarire e scongiurare ulteriore aggravamento. Una volta che il pancreas del vostro cane è stabilizzato, fluidi possono essere introdotti per via orale un po' alla volta.

Alimenti solidi

I carboidrati, soprattutto riso, sono i primi cibi solidi che si deve alimentare il vostro cane dopo pancreatite come essi non innescare gli ormoni che potrebbero portare ad un altro attacco. Mangiare riso e altri carboidrati in piccole quantità, più volte al giorno. Se il vostro cane è in grado di tollerare e digerire il riso, è possibile iniziare a introdurre alcune proteine grassi bassi come il petto di pollo bollito, senza pelle. Tenete d'occhio il vostro cane e ricordatevi di introdurre altri alimenti lentamente per molti giorni.

Manutenzione

Mentre alcuni cani possono tornare ad una dieta regolare dopo il loro incontro di pancreatite, alcuni avranno bisogno di rimanere su una dieta a basso contenuto di grassi. Se questo è il caso, assicurarsi che i pasti del vostro cane è composto da solo il 10 per cento al 18 per cento di grassi. Non si dovrebbero nutrire il vostro tavolo cane scarti e dolcetti devono essere somministrate con parsimonia, come entrambi possono essere ricchi di grassi. Aggiunta o l'aumento della fibra alla dieta del cane potrebbe anche diminuire il numero o la gravità degli attacchi futuri se il cane soffre di pancreatite cronica.


POTREBBE PIACERTI ANCHE