Come William Shakespeare ha influenzato il Rinascimento?

Fase di Shakespeare

Al momento della sua morte nel 1616, Shakespeare aveva scritto almeno 37 giochi, 38 se si conta di Enrico VIII. Una contingenza di studiosi sostiene che fu coautore di oltre quattro più ascolti, che avrebbero messo il conteggio totale alto come 42. Ma l'impatto di Shakespeare sul Rinascimento non era soltanto un aspetto del suo incredibile volume di uscita drammatica. Mentre, come i suoi contemporanei, trovò ispirazione per i suoi giochi nelle scritture più iniziali inglesi, particolarmente le storie e dramma medievale, romanzi italiani e letteratura classica, riuscì ancora a innovazione. Sue opere ha lasciato un segno indelebile sul periodo a causa della loro caratterizzazione complessa, visto in personaggi come Iago ed Edmund, che erano criminali molto più piatti e la loro lingua ricca, visto in riflessioni di Amleto e self-defenses poetico di Othello. Non sorprende, quindi, Harold Bloom intitolato suo studio 1998 di canon di Shakespeare, "L'invenzione di the Human," data la difficile situazione come centrale dell'individuo e progresso nel mondo secolare era ai suoi ascolti e l'umanesimo rinascimentale come filosofia.

Sonetti di Shakespeare

Oltre alle sue opere, Shakespeare ha scritto 154 sonetti, che furono pubblicati nel Quarto nel 1609. Con poche eccezioni, essi seguono inglese, piuttosto che la forma italiana di Petrarca, con tre quattro-linea quartine in successione seguita da un distico. Insieme essi rappresentano ancora un'altra dimensione del contributo letterario colossale di Shakespeare al Rinascimento inglese. I loro temi di bellezza, giovinezza, età, nascita, morte, immortalità e, naturalmente, amore sottolineano la visione del mondo rinascimentale, che riguardava principalmente con l'essere individuale, il mondo materiale e le arti liberali. Loro lingua densamente compresso e multivalente metafore sia attirati e perplesso lettori allora e di oggi. I sonetti, tuttavia, fornito visione poco concreta in Shakespeare l'uomo. Rimangono a questo giorno, avvolta nel mistero, per non si sa per certo che il giovane o la dark lady previsti da tali normative sono state.

Lessico di Shakespeare

Fondamentalmente, il Rinascimento è stato di rinascita, crescita e progresso, e questo ha avuto profonde implicazioni per la lingua e lessicografia in Inghilterra e all'estero. Mentre il movimento in Italia e in altre parti d'Europa pre-datato il movimento in Inghilterra da diversi decenni, durante il periodo di combinato, da circa 1450-1600, gli sforzi per identificare, registrare e definire parole fiorì. Questo è attestato dal numero di monolingui, dizionari bilingue e specializzate pubblicate in questo periodo..--come molti come 16 secondo lo studioso Ian Lancashire. Come qualsiasi lessicografo rinascimentale, Shakespeare ha giocato parte integrante in espansione e che documentano la lingua inglese. Secondo l'Oxford English Dictionary, Shakespeare ha contribuito quasi 3.000 parole per la lingua inglese, un fatto sconcertante considerando un dizionario di lingua esclusivamente inglese ha cessato di esistere prima della pubblicazione del maestro di scuola inglese di Edmund Coote nel 1596 e tabella alfabetica di Robert Cawdrey nel 1604. Come un esempio di neologismi di Shakespeare, le prime due voci in OED per "occhi verdi" in relazione alla gelosia sono rispettivamente dal mercante di Venezia (1596) e Otello (1604).


POTREBBE PIACERTI ANCHE