Come funzionano i resistori variabili?

Nozioni di base di resistore variabile

Un resistore è un dispositivo che resiste il flusso di elettricità. La maggior parte delle resistenze hanno un valore impostato, ma resistori variabili possono essere regolate da un valore di quasi "0" a un certo valore massimo. Girando verso l'alto o verso il basso il resistore variabile, un usato può aumentare o diminuire il flusso di elettricità attraverso un circuito. Resistori variabili è utile nel controllo dimmer luci, manopole volume e molti altri tipi di circuiti.

Lavoro come variabile di resistori

Un resistore variabile è una striscia di un materiale come la grafite che resiste il flusso di elettricità. C'è un terminale fisso collegato ad una estremità del resistore. C'è anche un dispositivo mobile toccare la grafite chiamata un tergicristallo. Quando la resistenza viene regolata, il tergicristallo scivola lungo la grafite, o verso o dal terminal. Quando il tergicristallo è vicino al terminal, l'elettricità è solo di fluire attraverso un po' di materiale resistivo e la resistenza è abbastanza bassa. Quando il tergicristallo è più lontano, l'elettricità è a viaggi molto più attraverso di essa e la resistenza è molto più alto.

Tipi di resistori variabili

Forse il più comune tipo di resistore variabile è il potenziometro, noto anche come una pentola. Il potenziometro è regolato ruotando una manopola. All'interno si trova una striscia di resistore semicircolare con un terminale a entrambe le estremità e un tergicristallo che ruota tra di loro. Come si muove verso un terminale, il tergicristallo si allontana da altro. Questo può essere utilizzato per fare cose che non possono fare circuiti normali. Ad esempio, se un terminale è che i terminali sono collegati agli altoparlanti differenti, il potenziometro agisce come un fader. Come la resistenza agli aumenti di un oratore, calmare e, la resistenza per le altre diminuzioni, alzando il volume.


POTREBBE PIACERTI ANCHE