Come effettuare il Test per la velocità terminale di particolato in acqua

Come effettuare il Test per la velocità terminale di particolato in acqua

La velocità terminale di una particella, o particolato, è il punto in cui la velocità di una particella che cade in un fluido non cambia. Quando una particella viene inserita in un fluido e comincia a cadere e stabilirsi, l'accelerazione dovuto gravità fornisce la forza applicata e il trascinamento dal fluido provoca la forza di resistenza. Quando queste due forze uguali, che il tasso di sedimentazione è la velocità terminale.

Istruzioni

• Riempire un cilindro con acqua a temperatura ambiente. La densità dell'acqua è 62,4 libbre per piede cubico e ha una viscosità di centipoise 0,5.

• Determinare la densità di marmo o di qualunque particella si utilizza. Per materiali più solidi, la densità è la densità di massa. Per un piccolo marmo, assumere che la densità è di 80 libbre per piede cubico.

• Calcolare la velocità teorica di terminale usando l'equazione V = D ^ 2 x (denp - denf) / 18 x u, dove D è il diametro della particella, una è l'accelerazione dovuto gravità (32,2 ft/sec ^ 2), denp è la densità della particella, denf è la densità del fluido (acqua) e è la viscosità del fluido. La teorica velocità terminale è di 0,125 ^ 2 x 32.2 x (80-62,4) / 18 x 0,5 o 0.98 piedi al secondo.

• Tempo la caduta del marmo o delle particelle e confrontarla con quella la teorica velocità terminale. Farlo cadere il marmo nel cilindro e la tempistica quanto tempo ci vuole per raggiungere il fondo. Tenere il marmo sulla superficie dell'acqua, il marmo di uscita e avviare il cronometro. Fermare il tempo una volta che il marmo colpisce la parte inferiore. Una goccia attraverso 2 piedi d'acqua avrebbe dovuto solo secondi 2,04, calcolato basato su 2 piedi a 0,98 piedi al secondo.


POTREBBE PIACERTI ANCHE